SPEED-FEM: Sharing Practices For Equity And Empowerment In Diversity With A FEMale Intersectional Approach

 

Le donne sono un gruppo eterogeneo che subisce discriminazioni intersettoriali basate sulle loro caratteristiche personali, tra cui etnia, religione, età, orientamento sessuale disabilità. È pertanto importante considerare l'intersezione di genere con altri motivi di discriminazione, date le conseguenze particolarmente gravi che la disuguaglianza può portare alle donne, in particolare sul luogo di lavoro.

Il progetto SPEED-FEM, nato dalla collaborazione tra Fondazione Sodalitas, Soleterre, Fondazione Libellula per l’Italia, KEAN e D&I per la Grecia, si concentrerà sulle donne che affrontano discriminazioni intersezionali e si svolgerà in Italia e in Grecia, due dei Paesi che si collocano agli ultimi posti in Europa per quanto riguarda l'uguaglianza di genere nell'occupazione.

COSA FACCIAMO

Il progetto si rivolgerà alle aziende per promuovere la creazione di luoghi di lavoro più inclusivi attraverso attività di apprendimento reciproco e di sensibilizzazione.

PER CHI E DOVE

Donne a rischio di subire discriminazioni multiple sul posto di lavoro, in Italia ed in Grecia

GLI OBIETTIVI

Il progetto si propone di:

  1. Promuovere la creazione di strumenti di capacity building e sensibilizzazione sul tema dell’inclusione rivolti alle imprese;
  2. Rafforzare le Carte della diversità dei Paesi coinvolti;
  3. Promuovere lo scambio tra aziende, enti del terzo settore, comunità e persone a rischio di discriminazione per facilitare la creazione di ambienti di lavoro inclusivi;
  4. Promuovere l’importanza dell’integrazione socio-economica delle donne che subiscono discriminazioni multiple.

Sei un'azienda? Scopri cosa può fare SPEED-FEM per te!

Per informazioni
Patrizia Giorgio
patrizia.giorgio@sodalitas.it