Intesa Sanpaolo per l'emergenza in Ucraina

Il sostegno a misure di solidarietà e accoglienza verso la popolazione dell’Ucraina

Intesa Sanpaolo ha adottato un’iniziativa volta alla donazione di 10 milioni di euro a sostegno di misure di solidarietà e accoglienza verso la popolazione dell’Ucraina. L’azione promossa dalla Banca avverrà con il supporto all’operato di organismi locali e internazionali che vengono man mano identificati.

Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo, ha dichiarato:

Da sempre Intesa Sanpaolo trova le sue radici nelle comunità, nelle persone dei territori in cui opera. Come grande gruppo bancario europeo e come unica banca italiana presente in Ucraina, intendiamo dare un segno concreto di vicinanza alle popolazioni ucraine colpite dalla grave emergenza umanitaria".

Caritas Italiana e UNHCR sono i primi destinatari della donazione per l'emergenza Ucraina

UNHCR - Agenzia ONU per i Rifugiati e Caritas Italiana sono i primi due enti destinatari della donazione di €10 milioni che Intesa Sanpaolo ha donato per aiutare la popolazione ucraina in loco e in Italia.

Inoltre, Intesa Sanpaolo ha siglato un accordo con le organizzazioni sindacali per mettere rapidamente a disposizione permessi retribuiti alle persone del Gruppo che intendano accogliere cittadini ucraini in Italia, inclusi colleghe e colleghi della banca ucraina Pravex, o che siano impegnati in iniziative di volontariato svolte fuori dai confini nazionali attraverso ONG o enti non profit con finalità umanitarie e sociali.

Secondo i dati di UNHCR - Agenzia ONU per i Rifugiati che protegge le persone costrette a fuggire dalle loro case a causa di conflitti e persecuzioni, la guerra ha già provocato oltre 3 milioni e mezzo di rifugiati che hanno attraversato i confini dell’Ucraina e più di 6 milioni e mezzo di sfollati all’interno del Paese.

Accordo con UNHCR per l’emergenza Ucraina

I fondi raccolti a favore di UNHCR - Agenzia ONU per i Rifugiati serviranno a far fronte all’emergenza umanitaria in corso in Ucraina sostenendo il lavoro di UNCHR in tutte le regioni del Paese e nei Paesi confinanti.

UNHCR è in prima linea fornendo beni essenziali per la sopravvivenza, tra i quali generi alimentari, alloggi di emergenza, coperte, taniche, prodotti per l’igiene, ma anche teli di plastica per le case danneggiate dai bombardamenti. Garantisce alle famiglie più vulnerabili assistenza economica diretta per affrontare le spese di base. Supporta le autorità ucraine al fine di creare centri di accoglienza e nella registrazione delle persone in condizioni di vulnerabilità. L’UNHCR svolge anche attività di protezione contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali.

Inoltre, Intesa Sanpaolo mette a disposizione di UNHCR la propria piattaforma digitale ForFunding per avviare una raccolta fondi tra cittadini e imprese che vogliono dare il loro contributo a questa crisi. Per ogni donazione effettuata Intesa Sanpaolo raddoppierà l’importo donato.

Accordo con Caritas Italiana per l’emergenza Ucraina

Il progetto “A.P.R.I. Accogliere Promuovere Proteggere Integrare i Profughi Ucraini in Italia” con la Caritas Italiana, mira a supportare la rete delle Caritas diocesane nell’accoglienza emergenziale dei profughi ucraini su tutto il territorio nazionale che vanno dalla prima accoglienza, attraverso il coordinamento delle diocesi, alle attività di integrazione per rafforzare percorsi di inclusione socio-economica dei beneficiari non solo in una prospettiva emergenziale ma anche di medio e lungo termine

https://group.intesasanpaolo.com/it/sala-stampa/news/il-mondo-di-intesa-sanpaolo/2022/donazione-10-mln-ucraina

https://group.intesasanpaolo.com/it/sala-stampa/news/il-mondo-di-intesa-sanpaolo/2022/sostegno-emergenza-guerra-in-ucraina

 

Condividi:
Intesa Sanpaolo ha adottato un’iniziativa volta alla donazione di 10 milioni di euro a sostegno di misure di solidarietà e accoglienza verso la popolazione dell’Ucraina. L’azione promossa dalla Banca avverrà con il supporto all’operato di organismi locali e internazionali che saranno a breve individuati.