Coronavirus: l’impegno di Mission Bambini

Mission Bambini vuole garantire la continuità a distanza dei propri servizi educativi

Mission Bambini – organizzazione di prossimità di Fondazione Sodalitas - vuole garantire ai bambini più vulnerabili e alle loro famiglie la continuità a distanza dei propri servizi educativi. Nelle principali città italiane verranno forniti agli operatori dei centri, collegati alle scuole della sua rete, gli strumenti informatici necessari per seguire i bambini nello svolgimento delle attività didattiche. Le famiglie in difficoltà economica saranno dotate di PC portatili, tablet e altra strumentazione elettronica per permettere ai ragazzi di svolgere a distanza queste attività e di seguire la didattica online.

https://www.missionbambini.org/connettiti/informati/emergenza-covid-19

Iniziative sul territorio per soddisfare nuovi bisogni

  • COVID-19 L’educazione non si ferma: campagna di crowdfunding su Rete del Dono per raccogliere fondi per l’acquisto delle dotazioni informatiche per centri di aiuto allo studio e per le famiglie https://www.retedeldono.it/it/progetti/mission-bambini/covid-19-l’educazione-non-si-ferma
  • Patapum! Genitori catapultati in casa: piattaforma dedicata alla Prima Infanzia (0-6 anni) che offre servizi e attività multimediali online per i più piccoli (0-3 e 3-6 anni) con l’obiettivo di migliorare le quattro dimensioni evolutive dei bambini e le competenze genitoriali e un servizio di supporto psico-pedagogico rivolto alle famiglie. La piattaforma è disponibile a questo indirizzo: https://www.bambinipatapum.it
  • Fornire sostegno psicologico come servizio da attivare nella fase di rientro a scuola e alla normalità: insieme alla rete dei suoi servizi educativi e alle scuole, Mission bambini sta pianificando percorsi di ascolto e sostegno psicologico per bambini e genitori, da avviare una volta che la fase di isolamento ed emergenza sarà terminata. Ciò per facilitare a rielaborazione delle paure vissute e il superamento delle diffidenze che la situazione attuale sta generando.

Criticità indotte da Covid-19 nell’erogazione dei servizi

Il COVID-19 e le misure adottate per limitarne la diffusione impediscono agli operatori dei centri di Mission Bambini di supportare e di seguire regolarmente i bambini con difficoltà, bisogni educativi specifici o stranieri con difficoltà linguistiche nello svolgimento delle attività didattiche, pregiudicando ulteriormente percorsi scolastici già fragili. Molti di loro non hanno a disposizione in famiglia un device che gli permetta di seguire le attività organizzate dalla scuola o dai centri e, per loro, il rischio di sentirsi abbandonati e isolati si amplifica ulteriormente in una condizione emergenziale come quella che stiamo vivendo.

Necessità urgenti per poter continuare ad erogare i servizi

  • Allestire postazioni informatiche presso i centri di aiuto allo studio con PC, connessione a internet e stampanti per permettere agli operatori di proporre ai bambini attività didattiche e seguirli nei compiti a distanza.
  • Dotazioni informatiche per le famiglie in condizioni di disagio economico: PC portatili, tablet e smartphone per permettere ai loro figli di seguire le lezioni scolastiche e di svolgere le attività proposte dai centri di aiuto allo studio.

 

 

Mission Bambini è una fondazione italiana nata nel 2000 con lo scopo di dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione o che hanno subito violenze fisiche e morali. In Italia la Fondazione si occupa di contrastare la povertà educativa ed economica minorile e di favorire l'occupazione giovanile. In alcuni paesi in via di sviluppo dell’Africa centrale e dell’Asia meridionale si occupa di curare i bambini gravemente cardiopatici e garantire l'accesso all'istruzione. Mission Bambini nello svolgimento delle sue attività conta sul lavoro di circa 30 dipendenti e sul contributo di oltre 300 volontari in tutta Italia.

 

www.missionbambini.org

Condividi:
Mission Bambini avvia una raccolta fondi per fornire strumenti informatici, crea una piattaforma dedicata alla Prima Infanzia che offre servizi e attività multimediali per i più piccoli e pianifica percorsi di ascolto e sostegno psicologico per bambini e genitori, da avviare quando la fase di emergenza sarà terminata.