Coronavirus: l’impegno di Altromercato

Altromercato reagisce all’emergenza e trova nuove modalità per lavorare ed essere sostenibile

Il commercio equosolidale ai tempi del COVID-19: Altromercato – organizzazione di prossimità di Fondazione Sodalitas - e la rete delle botteghe in tutta Italia reagiscono all’emergenza e trovano nuove modalità per lavorare ed essere sostenibili.

Immediatamente dopo la pubblicazione del Decreto riguardo la chiusura di alcune attività commerciali, Altromercato ha creato ‘#distantimauniti’, una pagina online accessibile a tutti, uno spazio comune per condividere informazioni utili, suggerimenti e buone pratiche, aggiornamenti e documenti ufficiali.

Nel frattempo, lo staff resta a casa e continua a lavorare, connesso da remoto. I lavoratori del magazzino hanno continuato sin al principio senza sosta per garantire la continuità del servizio, lavorando in massima sicurezza e con il massimo dell’impegno.

Lo stesso impegno lo hanno avuto e continuano ad averlo le Botteghe del mondo della rete Altromercato, che si sono dimostrate più resistenti e resilienti che mai: sono nate così nuove pagine di e-commerce, un nuovo modo di garantire la spesa ai clienti o di raggiungerne di nuovi, al ‘motto’: ‘ordina la spesa online, noi te la prepariamo e te la consegniamo’ (“se non puoi partire per il mondo, lo portiamo noi da te”).

Per effettuare le consegne, le botteghe hanno scelto spesso mezzi sostenibili e green come la bicicletta o l’auto elettrica, permettendo, a chi si trova in difficoltà a causa delle misure restrittive, di ricevere il necessario per sostentarsi.

Sono nate anche nuove forme di solidarietà, come la “spesa sospesa” dando la possibilità, ai clienti che lo volessero, di acquistare e lasciare un prodotto per chi non ha mezzi economici sufficienti.

Il commercio equosolidale guarda sempre al mondo con gli occhi di chi sa cosa vuol dire la parola solidarietà e guarda al futuro, senza fermarsi mai ma ritrovando nuove energie. Per garantire a tutti di poter continuare ad avere i prodotti alimentari che provengono da un commercio giusto, sostenibile, solidale con i produttori e buono con i consumatori.

Ecco qualche motivo in più per scegliere in questo momento i prodotti di commercio equosolidale delle Botteghe Altromercato: perché significa ripartire verso il futuro, garantire la sostenibilità di tutti ed essere protagonisti del cambiamento che è necessario per riprogettare l'economia del futuro.

 

 

Altromercato è la principale realtà di Commercio Equo e Solidale in Italia. Un'Impresa sociale formata da 105 soci e 225 Botteghe, che gestisce rapporti con 155 organizzazioni di produttori in oltre 45 paesi, nel Sud e nel Nord del mondo. Migliaia di artigiani e contadini, il cui lavoro viene rispettato ed equamente retribuito, perché si basa su una filiera trasparente e tracciabile, che tutela i produttori, l’ambiente e garantisce la qualità dei prodotti.

www.altromercato.it

 

Condividi:
Altromercato e la rete delle botteghe in tutta Italia reagiscono all’emergenza e trovano nuove modalità per lavorare ed essere sostenibili condividendo informazioni, lavorando in sicurezza, consegnando la spesa a domicilio e avviando la “spesa sospesa”.