Cooperazione Internazionale: l'analisi dei risultati dei bandi profit emessi da AICS

Illustrate le condizioni di investimento in progetti di cooperazione nei Paesi in via di Sviluppo

Il team di manager volontari di Fondazione Sodalitas specializzati in Cooperazione Internazionale ha condotto l’analisi dei progetti finanziati nei primi tre bandi emessi da AICS (Agenzia Italiana Cooperazione e Sviluppo) per il mondo profit. L’iniziativa si inserisce nella lunga esperienza di Fondazione Sodalitas nella promozione di iniziative multistakeholder in collaborazione con istituzioni, mondo dell’impresa e ONG per diffondere le partnership nei Paesi in via di Sviluppo.

Inserire le imprese nell’ambito della Cooperazione Internazionale è uno dei principali obiettivi della riforma introdotta con la Legge 125/2014. Questo obiettivo può essere facilitato realizzando progetti imprenditoriali in partnership tra imprese e ONG (organizzazioni non governative).

Un primo progetto è stata la pubblicazione della “Guida alla partnership tra profit e nonprofit per lo sviluppo di progetti di cooperazione internazionale”, realizzata nel 2017 coordinando un laboratorio costituito con un gruppo di imprese associate e di primarie ONG. La Guida è anche il risultato dell’accreditamento che Sodalitas si è guadagnata presso le istituzioni punto di riferimento per il tema, come il Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale (MAECI) e l’Agenzia Italiana Cooperazione e Sviluppo (AICS).

Da allora la Fondazione ha promosso e gestito numerosi progetti che l’hanno vista collaborare con istituzioni, mondo delle imprese e ONG per diffondere le partnership nei Paesi in via di sviluppo.

Uno di questi la vede collaborare con Confindustria Bergamo, associata alla Fondazione, e con il network di ONG lombarde riunite in COLOMBA (Cooperazione Lombardia).

È nell’ambito di questo progetto che il team ha condotto l’analisi dei progetti di partnership imprese-ONG, finanziati dai primi tre bandi (2017, 2018, 2019) emessi da AICS per le Imprese Profit con il contributo dell’AICS stessa. I risultati dell’analisi, dopo essere stati presentati al GdL3 del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo, sono stati condivisi nel mese di maggio a CodewayExpo 2022 (Cooperation Development Expo – l’evento internazionale di riferimento su cooperazione, sviluppo e sostenibilità).

La presentazione è avvenuta durante un panel a cui Fondazione Sodalitas ha partecipato con AICSThe European House AmbrosettiCassa Depositi e Prestiti e Promos Italia, dal titolo “La cooperazione internazionale: nuove opportunità di business del settore profit”. Scopo dell’evento era condividere le modalità per le imprese italiane di investire in progetti di cooperazione nei Paesi in via di Sviluppo.

Alcuni dati di sintesi dell’analisi condotta:

  • 46 progetti finanziati (di cui 44 in partnership)
  • 22 Paesi di 4 continenti (America, Europa, Africa, Asia) raggiunti dai finanziamenti
  • 14 i settori OCSE di intervento per i progetti aggiudicati, di cui 19 destinati all’Agribusiness, seguito da Energia Sostenibile e Salute/Sanità
  • 13,2 milioni di euro il valore totale dei progetti aggiudicati. I paesi africani beneficiano dell’80% del valore.
  • 5% dei costi dei progetti coperto con il finanziamento pubblico e il 60,5% dalle Imprese aggiudicatarie
  • 23 ONG italiane partner dei progetti finanziati
  • L’SDG 2 (No hunger) è l’SDG più interessato dai progetti, seguito da SDG 8 (Good job and economic growth

La presentazione completa dell’analisi è disponibile qui.  

 

 

Condividi:
Il team di manager volontari di Fondazione Sodalitas specializzati in Cooperazione Internazionale ha condotto l’analisi dei progetti finanziati nei primi tre bandi emessi da AICS (Agenzia Italiana Cooperazione e Sviluppo) per il mondo profit.