Sodalitas Social Award 2017: gli 8 progetti vincitori

Il Sodalitas Social Award 2017 è stato assegnato a: Enel, Saint-Gobain, Fondazione Allianz Umana Mente, Talent Garden Cosenza, Quanta, Generale Conserve, Novamont e Amsa, I.CO.P.
I progetti vincitori sono stati presentati il 10 ottobre in occasione dell'evento "Responsabilità e leadership per un futuro sostenibile" ospitato a Milano da Assolombarda.

PREMIO SPECIALE “BEST IN CLASS”

ENEL per “Agricoltura Smart”, in collaborazione con BONIFICHE FERRARESI

Enel ha avviato una collaborazione con Bonifiche Ferraresi, la più grande azienda agricola italiana, per accompagnarla in un percorso di trasformazione che porterà allo sviluppo del primo smart district agricolo europeo. La collaborazione prevede la realizzazione di un innovativo sistema energetico sostenibile, che combina le più moderne tecnologie in campo energetico, come l’installazione di sistemi di energy storage integrati a impianti fotovoltaici, l’uso di droni elettrici per l’agricoltura di precisione e la sperimentazione della tecnologia vehicle-to-grid, a interventi più tradizionali di efficienza energetica e mobilità elettrica.
Guarda il video

PREMIO SPECIALE “AZIENDE QUOTATE”

SAINT-GOBAIN per “Gy.Eco”

Saint-Gobain, leader mondiale dell’edilizia sostenibile, col suo progetto Gy.Eco, ha affrontato e risolto il problema degli scarti a base gesso, provenienti dal mondo delle costruzioni e demolizioni, attraverso la messa a punto di un innovativo sistema dedicato alla loro gestione e recupero. Gy.Eco, infatti, propone una soluzione ecosostenibile per lo smaltimento di questo tipo di rifiuti: l’utilizzo di un sistema “mobile” di trattamento e recupero. Il sistema proposto garantisce il recupero del 95% del materiale di scarto attraverso la produzione di una nuova materia prima, certificata, equivalente al gesso naturale.
Guarda il video

PREMIO SPECIALE “IMPEGNO MULTISTAKEHOLDER”

FONDAZIONE ALLIANZ UMANA MENTE per “Impariamo dall'eccellenza”

“Impariamo dall’eccellenza” è un progetto di Fondazione Allianz UMANA MENTE nato per consentire a ragazzi in condizioni di svantaggio economico e/o sociale, talentuosi, con spiccate attitudini e una grande passione per il settore alberghiero, di “imparare un mestiere” in un contesto di eccellenza, attraverso un’esperienza di tirocinio della durata di tre mesi, nel periodo estivo. Per la prima volta in Italia il settore dell’ospitalità di lusso si è coordinato con aziende ed enti non profit per l’organizzazione e la gestione di un progetto sociale in favore di ragazzi svantaggiati.
Guarda il video

CATEGORIA “GIOVANI E FUTURO”

TALENT GARDEN COSENZA per “Giovani&FuturoComune

Giovani&FuturoComune nasce dalla collaborazione tra Goodwill, associazione di promozione sociale e Talent Garden Cosenza, spazio di coworking sull’innovazione digitale.  È un percorso di progettazione partecipata, che punta a creare un nuovo modello sociale ed economico per rilanciare il territorio calabrese, attraverso la valorizzazione dei giovani e dei beni comuni. Obiettivo dell’iniziativa è la realizzazione di un hub per il Sud Italia dove i ragazzi (17-20 anni) possano formarsi sui temi della sharing, circle e digital economy, applicandoli all’imprenditoria sociale e culturale per sviluppare nuove idee finalizzate all’implementazione dei beni comuni.
Guarda il video

CATEGORIA “LAVORO, PARI OPPORTUNITA’ E DIRITTI UMANI”

QUANTA per “Anàbasi - Accoglienza attiva per richiedenti asilo”

Il progetto Anàbasi è stato sviluppato da Quanta per contribuire alla realizzazione di buone pratiche di accoglienza attiva. È un’iniziativa multistakeholder rivolta a migranti richiedenti asilo politico che mira, grazie alla realizzazione di appositi percorsi di politiche attive, integrati a corsi di formazione professionale qualificante e certificata, all'inserimento in società.  Nello specifico, ad attività di formazione linguistica e civica si affiancano corsi professionalizzanti, servizi di accompagnamento e assistenza e benefici economici per le aziende che assumono. Il progetto vuole soddisfare il fabbisogno di professionalità difficili da reperire sul territorio Italiano, in particolare nel settore della cantieristica navale.
Guarda il video

CATEGORIA “INNOVAZIONE NEI PROCESSI DI PRODUZIONE”

GENERALE CONSERVE per “Tonno Zero Spreco”

Generale Conserve, con il marchio ASDOMAR, ha centrato la sua strategia di sviluppo su sostenibilità e innovazione, unite a una speciale attenzione per la salvaguardia della lavorazione artigiana del tonno e dello sgombro. La materia prima viene selezionata sulla base di una severa policy per la sostenibilità della pesca: sono infatti impiegati in produzione solo tonni a pinna gialla adulti e tonnetti striati, solo se certificati pescati a canna. La produzione avviene poi in stabilimenti efficienti dal punto di vista energetico e produttivo, dove vengono condotte tutte le fasi di lavorazione, dal taglio del tonno intero al confezionamento. L’attenzione alla sostenibilità e all’innovazione ha, inoltre, consentito di sviluppare un processo produttivo privo di scarti di lavorazione.
Guarda il video

CATEGORIA “CONSUMI E STILI DI VITA SOSTENIBILI”

NOVAMONT E AMSA per “Sperimentazione raccolta organico mercati Milano

La frazione organica mercatale è quella frazione di raccolta differenziata proveniente da grandi utenze come i mercati all’aperto. Novamont e Amsa hanno dato vita a una sperimentazione di raccolta differenziata di questa frazione in 20 dei 94 mercati comunali all’aperto di Milano, attraverso l’impiego di sacchi compostabili da 60 L da utilizzare in appositi kit. L’iniziativa ha un carattere innovativo, in quanto prevede: il coinvolgimento attivo di tutti gli attori della filiera del "waste management"; la creazione di un partenariato multistakeholder (Novamont, Amsa, Assessorato Comune di Milano, associazioni di categoria e Polizia Municipale); la formazione degli ambulanti e la valutazione ambientale di Life Cycle Assessment dell'intera sperimentazione.
Guarda il video

CATEGORIA “COMUNITA’, TERRITORIO E QUALITA’ DELLA VITA”

I.CO.P. per “Progetto cooperazione Sud Sudan”

I.CO.P. ha iniziato a lavorare in Sud Sudan nel 2006. Da questa prima esperienza è nata l’idea di un’organizzazione nonprofit (l’Associazione Sudin Onlus) con la quale organizzare, progettare, finanziare, costruire e supportare una scuola primaria professionale nell’area, “Ireneo Dud” Vocational Training Centre. Gli elementi innovativi dell’iniziativa sono: la sostenibilità e l’indipendenza energetica della struttura (garantita da pannelli solari e un impianto fotovoltaico) e l’auto-sostenibilità (mediante due progetti: uno in ambito agricolo, l’altro nel settore costruzione di pozzi ed edifici).
Guarda il video

Condividi: