Danone: il programma a supporto della genitorialità

Le politiche aziendali di Danone a sostegno della genitorialità per i dipendenti

Danone Italia, di cui fa parte Mellin - marchio associato a Fondazione Sodalitas - ha sviluppato dal 2011 un programma di assistenza alla genitorialità inclusivo e personalizzato per i suoi dipendenti, allo scopo di incoraggiare la crescita professionale delle donne e promuovere la loro permanenza al lavoro.

In occasione del 20° anniversario della Maternity Protection Convention dell'ILO, Sonia Malaspina, HR Director Specialized Nutrition South Europe di Danone, ha spiegato come è stato raggiunto questo risultato in un’intervista pubblicata su www.empowerwomen.org, la piattaforma nata grazie ad una iniziativa di Canada e UN Women, l’organizzazione dell’ONU dedicata alla parità di genere e all’empowerment femminile.

Il primo passo, ha spiegato, è stato realizzare un focus group con i dipendenti e i rappresentanti sindacali, grazie a cui sono stati ottenuti feedback sulle politiche di assistenza all'infanzia, a partire dai quali Danone Italia ha ideato il Baby Decalogo - 10 regole per l’azienda a supporto dei propri dipendenti. Esso include misure come il raddoppio del contributo previdenziale durante il congedo di maternità e 10 giorni di congedo di paternità retribuiti, superiori ai 5 previsti dalla legislazione nazionale.

Danone, inoltre, stabilisce un canale di comunicazione durante il congedo di maternità per condividere informazioni sulle attività e sui nuovi progetti e dona alle famiglie prodotti per l'infanzia dai 6 mesi fino ai 3 anni di vita del bambino. In aggiunta, le neo-mamme, al proprio rientro, partecipano ad incontri regolari con le risorse umane e i neo genitori possono beneficiare di MAAM - Maternity as a Master, uno strumento digitale per lo sviluppo delle competenze trasversali, il quale ha permesso all'azienda di creare un impatto reale, sotto forma di risultati migliori in termini di lavoro e competenze. Grazie al programma di comunicazione esterna "Parto e Riparto", infine, il 100% delle dipendenti rientra al lavoro dopo la gravidanza.

Danone è fermamente convinta che sia importante offrire pari opportunità a donne e uomini in tutti i settori dell'economia e a tutti i livelli. E sostenere i genitori che lavorano e le neo-mamme è una componente chiave di questo obiettivo” - ha dichiarato Sonia Malaspina. “Attraverso politiche e programmi family-friendly – ha continuato - le aziende possono creare un ambiente inclusivo e valore aggiunto non solo per donne e bambini, ma anche per uomini, famiglie, imprese e la società in generale”.

Sappiamo che si perde parte del talento femminile dell’organizzazione quando nasce un bambino. Questa rappresenta una vera rivoluzione. Al di là del congedo parentale retribuito indipendentemente dal genere, stiamo anche introducendo supporto prenatale e postnatale con soluzioni a favore dell’equilibrio vita-lavoro per assicurarci che le donne tornino al lavoro in maniera appropriata” -  ha affermato Emmanuel Faber, Presidente e CEO di Danone. “Abbiamo preso l’impegno di estendere questa policy ai nostri 100.000 impiegati in tutto il mondo entro il 2020”, ha concluso.

 

www.mellin.it

www.danone.it

Condividi:
Danone Italia ha sviluppato un programma di assistenza alla genitorialità rivolto ai propri dipendenti per incoraggiare la crescita professionale delle donne e promuoverne la permanenza al lavoro.