Youth in Action for SDGs

Fondazione Sodalitas è tra i partner di della seconda edizione di “Youth in Action for Sustainable Development Goals", il concorso rivolto ai giovani under 30 che premierà le migliori idee progettuali in grado di favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) in Italia.
In linea con il carattere fortemente innovativo dell’Agenda 2030, che intende la sostenibilità come visione integrata delle diverse dimensioni dello sviluppo, i ragazzi dovranno ideare progetti che sappiano coniugare la crescita economica, con la tutela dell’ambiente e il rispetto dei principi di equità sociale.

L’Agenda 2030 è infatti un vero e proprio programma in cui soprattutto i giovani hanno l’opportunità di svolgere un ruolo da protagonisti: sono loro che, in qualità di decisori e leader del domani, devono mobilitarsi per contribuire a rendere la nostra società, ma soprattutto la loro vita futura, veramente sostenibili.

Il bando

Il concorso, promosso da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, sulla piattaforma digitale ideaTRE60, in collaborazione con ASviS e con il supporto di AIESEC, RUS e SDSN Youth, è dedicato ai giovani under 30 iscritti a un corso universitario/post-universitario o già in possesso di un titolo di laurea/post laurea e premierà fino a un massimo di 24 idee progettuali al servizio dello sviluppo sostenibile. A ciascuno dei vincitori sarà offerto uno stage retribuito dai promotori e dai partner dell’iniziativa: Accenture, Assicurazioni Generali, A2A, Gruppo Cooperativo CGM, Fondazione Allianz UMANAMENTE, Fondazione Bracco, Fondazione Snam, Fondazione Sodalitas, Iberdrola, Italia non profit, Jobiri, Leonardo group, Microsoft, Nestlè Waters, Reale Foundation (stage presso Società Reale Mutua di Assicurazioni e Italiana Assicurazioni S.p.a), Techsoup, UBI Banca Unicredit, Unipol, WWF, Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Le novità di quest'anno:

  • Cresce, rispetto alla scorsa edizione il numero dei partner, che premieranno con uno stage fino a 24 idee progettuali.
  • Il concorso diventa internazionale grazie ad un’azienda partner spagnola la Iberdrola che offrirà la possibilità ad un vincitore del concorso di svolgere uno stage in Spagna.
  • Grazie al contributo di ASviS, aumentano i moduli formativi della parte e-learning per un maggiore approfondimento delle tematiche relative all'Agenda 2030.
  • Almeno due extra premi per i migliori progetti: la partecipazione a un evento internazionale focalizzato sui temi degli SDGs, la partecipazione all’evento di chiusura del Festival della Sostenibilità e altro ancora…

Il percorso di formazione

Obiettivo del concorso è quello di offrire ai giovani un’opportunità per confrontarsi con grandi aziende e organizzazioni nazionali e internazionali acquisendo così nuove competenze nell'ambito dello sviluppo sostenibile. Per rendere ancora più concreta questa opportunità arrivano a 7, in aumento rispetto alla passata edizione, i moduli formativi in modalità e-learning sui temi: “Getting to Know the Sustainable Development Goals”, “Business & the SDGs”, “Agenda 2030: la nuova frontiera per lo sviluppo sostenibile”, “Come raggiungere gli obiettivi 2030”, “Tracciamento e misurazione degli obiettivi”, “Come costruire un Elevator Pitch efficace”, “Come costruire un Business Plan efficace” più altri 17 moduli dedicati ciascuno a uno dei Sustainable Development Goals. Inoltre per i finalisti è previsto un workshop formativo di una giornata finalizzato all’acquisizione di skills utili al perfezionamento della propria idea progettuale.

Per inviare la propria idea progettuale c’è tempo fino al 20 aprile 2018.

 

Condividi:

multimedia