WHIRLPOOL: Rapporto di Sostenibilità 2016

A livello globale, nel periodo 2014-2016, Whirlpool ha ridotto il consumo di energia del 21% e del 33 % quello di acqua, superando l’obiettivo di ridurre i consumi del 15% entro il 2020.
Lo scorso anno, i dipendenti di Whirlpool hanno donato in tutto il mondo 340.000 ore di lavoro volontario a più di 300 organizzazioni.

Whirlpool Corporation conferma l’impegno attivo per garantire un mondo migliore alle attuali e future generazioni, e i risultati di questo impegno sono rendicontati nel Rapporto di Sostenibilità 2016.

In linea con la strategia di Sostenibilità e le linee guida GRI, il Rapporto di Sostenibilità 2016 di Whirlpool si focalizza sugli obiettivi e i programmi pensati per generare un impatto positivo sull’azienda e i suoi prodotti, e in tutti i territori in cui opera.

Whirlpool ha confermato i 4 obiettivi di miglioramento della performance ambientale definiti nel 2014 e nel 2017 sta definendo nuovi obiettivi di risparmio di energia e acqua, dopo aver già raggiunto in anticipo gli obiettivi iniziali:

  • piena trasparenza sul 90% dei materiali nei nuovi prodotti entro il 2020;
  • 15% di acqua in meno entro il 2020, rispetto ai valori 2014;
  • 15% di energia in meno entro il 2020, rispetto ai valori 2014;
  • zero rifiuti in discarica entro il 2022.

L’impegno sociale verso le comunità in cui Whirlpool opera fa leva sul ruolo fondamentale dei dipendenti, come dimostrano i risultati 2016:

  • 1 dipendente su 3 impegnato in attività di volontariato;
  • 340.000 ore di volontariato nella comunità;
  • oltre 300 organizzazioni che hanno beneficiato in tutto il mondo del lavoro volontario e delle donazioni.

Con l’obiettivo di migliorare la propria responsabilità sociale e integrare le iniziative di CSR nel business, Whirlpool EMEA ha recentemente lanciato la Corporate Giving Strategy, che concentra gli investimenti sociali dell’azienda negli ambiti della sicurezza alimentare e consumo responsabile, housing e promozione dell’occupabilità giovanile.

In Italia, Whirlpool EMEA continua a lavorare con la Croce Rossa Italiana per contribuire a gestire la crisi migratoria in Europa, a aiutare le popolazioni colpite dal terremoto in Centro Italia. Il progetto “White Goods for Red Cross” ha fornito attrezzature e strumenti alla Croce Rossa nei centri di Roma, Milano e Ventimiglia, insieme a elettrodomestici per ognuno dei 33 centri di accoglienza in tutta Italia. Nel 2016, nei tre principali centri di accoglienza, sono state aiutate 8.000 persone, mentre sul fronte del terremoto più del 90% dei dipendenti Whirlpool in Italia ha fatto una donazione alla Croce Rossa per contribuire a realizzare la prima lavanderia mobile per le persone senza casa.

 



Condividi: