Melinda si veste di rosso per dire NO alla violenza sulle donne

Il Consorzio Melinda si veste di rosso per affermare il proprio NO alla violenza sulle donne, e lo fa proprio in questo giorno scelto per ricordare tutte le donne vittime di violenza e discriminazione in famiglia, al lavoro e in ogni ambito della società. Melinda ha risposto prontamente all’invito rivolto a tutte le realtà cooperative dall’associazione Donne in cooperazione ad aderire al V-DAY, sposando la causa e compiendo un gesto simbolico, facendo indossare a dipendenti, collaboratori e dirigenti del Consorzio qualcosa di rosso, colore simbolo scelto dal movimento. Una scelta decisa e imprescindibile per una realtà in cui operano 900 donne lavoratrici, pari al 75% del totale della forza lavoro. Madri, mogli, figlie delle oltre 4mila famiglie trentine che fanno parte delle cooperative socie, meritevoli di essere riconosciute e supportate anche in questa occasione in cui è importante manifestare una posizione chiara rispetto a questo problema e dichiarare un profondo e condiviso  rispetto nei confronti del genere femminile, condannando univocamente ogni comportamento, parola, idea che possa lederlo.

Anche così si manifesta l’impegno sociale di un’azienda dalle radici profonde come Melinda che da sempre vede nella cooperazione non solo un modus operandi, ma una ragion d’essere. Cooperazione intesa come forma di collaborazione, di comunione d’intenti, di solidarietà.

E’ nella natura del Consorzio Melinda, infatti, quello di sostenere chi ne ha più bisogno, e lo fa dando il proprio contributo a diversi progetti no profit come il Banco Alimentare del Trentino, Trentino Solidale, il Centro Autismo “Bambini delle Fate”, i Progetti di Mobilità gratuita a favore del Gruppo Sensibilizzazione Handicap di Cles e della Cooperativa il Noce, oltre che una lunga serie di iniziative artistiche e sportive di rilievo locale e nazionale.

Sono oltre 200 i Paesi che ufficialmente oggi aderiscono al V-Day ONE BILLION RISING, movimento globale, apartitico laico, aperto a tutti, fondato sul principio che ogni donna ha il diritto di vivere in piena libertà, scegliendo in autonomia e senza coercizioni in merito al proprio corpo, alla propria salute, alla propria condotta.

Un appello cui Melinda non ha esitato a rispondere, in virtù di uno stile e filosofia di pensiero orientato alla sostenibilità che le appartiene ed è condiviso da tutti coloro che vi operano.

www.melinda.it               

Il Consorzio Melinda riunisce 16 cooperative agricole nella Val di Non e Val di Sole composte da 4.000 frutticoltori e produce circa 430.000 tons di mele l’anno, il 20% della produzione media nazionale. Conosciute da tutti sono le varietà Golden Delicious, Red Delicious, Renetta Canada - le uniche DOP italiane - Gala, Fuji ed Evelina. Oggi è una delle principali realtà europee del mercato ortofrutticolo. Solo in Italia è un brand che vanta il 99% di riconoscibilità - più del 50% delle mele Golden acquistate hanno sulla buccia l’inconfondibile bollino blu Melinda. 

 

Condividi: