MAPEI pubblica il 1° Bilancio di Sostenibilità

In occasione dell’80° anniversario, Mapei, l’azienda italiana leader mondiale nella chimica per l’edilizia, pubblica il suo primo bilancio di sostenibilità.

Ricerca e formazione, riduzione dell’impatto ambientale, risorse per gli stakeholder e innovazione: sono queste le parole-chiave dell’impegno sostenibile di Mapei rendicontato nel bilancio di sostenibilità, che è stato redatto secondo lo standard GRI (Global Repoorting Initiative).

“Il primo Bilancio di sostenibilità – afferma Giorgio Squinzi, amministratore unico di Mapeinasce dalla forte volontà di raccontare tutto questo, trasmettendo ai nostri numerosi stakeholder l’approccio etico e trasparente e la forte responsabilità d’impresa che da sempre ci caratterizzano”.

Alcuni dati su tutti: investimenti in ricerca e sviluppo pari a 30 milioni di Euro nel 2016, e raddoppiati in soli due anni; 500 milioni di valore restituito agli stakeholder (fornitori, dipendenti, territorio); 29 milioni di donazioni, sponsorizzazioni e interventi nella comunità.

Il bilancio di sostenibilità misura inoltre l’impatto dell’impegno sostenibile di Mapei su tutta la filiera e il mercato: ad esempio, grazie agli additivi Mapei l’industria del cemento ha ridotto le emissioni CO2 di ben 650.000 tonnellate.

Questi i principali risultati di un gruppo nato a Milano nel 1937, oggi presente in 34 paesi di cinque continenti, con 81 consociate e 73 stabilimenti produttivi, 8.500 addetti e un fatturato di 2.3 miliardi di Euro.

Condividi: