APPRENDISTATO NELLE PMI: AL VIA UN CICLO DI WEBINAR

 

Fondazione Sodalitas e Impronta Etica promuovono un ciclo di webinar dedicati a tutte le PMI che vogliono approfondire i vantaggi, non solo economici e fiscali, dell’apprendistato.

In particolare, nel webinar che si terrà il prossimo 16 novembre verrà analizzato il tema dell’apprendistato di 1° livello, che nell’ambito della sperimentazione del sistema di formazione duale, avviata in Italia dal 2015, vede protagonisti i Centri di Formazione Professionale e le Piccole e Medie Imprese che accolgono in azienda gli studenti con un contratto di apprendistato per l’ottenimento della qualifica e del diploma professionale.

Verranno, inoltre, presentati gli strumenti messi a disposizione dal progetto EUTalent, finanziato dalla Commissione Europea, che ha l’obiettivo di supportare le PMI nella definizione di un apprendistato di qualità, attraverso l’accesso gratuito a un percorso di assessment (accessibile in lingua italiana per tutte le PMI interessate al sito www.eutalent.org) e alla condivisione e valorizzazione della propria esperienza nel contesto nazionale ed europeo.

L’apprendistato è uno strumento fondamentale per favorire l’accesso dei giovani al mondo del lavoro, ma soprattutto in Italia è ancora poco diffuso. Nel 2016 le attivazioni di rapporti di lavoro in apprendistato sono state 267.440, il 2,8% delle assunzioni totali. Ma i contratti di apprendistato di 1° livello (per la qualifica e il diploma professionale) sono stati solo 8.804 e quelli di 3° livello (per alta formazione e ricerca) si sono fermati a 728. (elaborazione di Anpal servizi su dati SISCO).

L’esperienza di alcuni Paesi Europei, in primis Germania e Francia, insegna che l’apprendistato può avere un potenziale enorme nel combattere l’endemico tasso di disoccupazione giovanile che affligge il nostro Paese e le PMI in questo senso possono giocare un ruolo importante, ma spesso  mancano le informazioni, le risorse e l’esperienza necessari. Per questo Fondazione Sodalitas e Impronta Etica hanno deciso di coordinare in Italia il progetto europeo EUTalent cercando di sensibilizzare e affiancare il maggior numero di PMI nell’offrire opportunità di apprendistato di qualità ai giovani.

 

Condividi: