A BRUXELLES IL 1° BUSINESS EDUCATION SUMMIT

Si è tenuto il 23 novembre a Bruxelles il 1° European Business Education Summit, organizzato dalla Commissione Europea e da CSR Europe. Un'occasione per fare il punto sull'occupazione giovanile in Europa a cui sono intervenuti, tra gli altri, Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo, Donald Tusk, Presidente del Consiglio Europeo e Marianne Thyssen, Commissaria Europea per l’occupazione e gli affari sociali, oltre a 40 amministratori delegati di imprese europee.

Al Summit sono stati presentati i risultati dell’European Pact for Youth e i contributi dei piani d'azione nazionali, sviluppati in oltre 20 paesi europei per adattare il Patto alla propria realtà locale.

Lanciato nel novembre 2015 dalla Commissaria Marianne Thyssen, il Pact for Youth è la strategia europea per sviluppare o consolidare partnership di qualità tra imprese e scuole a sostegno dell'occupabilità e dell'inclusione giovanile. Obiettivi centrati visti i risultati raggiunti in questi due anni: sono state avviate, infatti, 23mila partnership e sono state create 160mila nuove opportunità per i giovani, con un impatto complessivo di 5,2 milioni di studenti coinvolti.

Fondazione Sodalitas ha presentato il Piano di Azione italiano che è stato coordinato e sviluppato insieme a Impronta Etica e ha coinvolto il Ministero dell’Istruzione, Università, Ricerca e il Ministero del Lavoro (attraverso Anpal Servizi), le Regioni Piemonte e Sicilia, 25 organizzazioni e 40 imprese private.

Il Piano di Azione italiano si focalizza su tre aree tematiche prioritarie: l’identificazione e la promozione di modelli di alternanza scuola-lavoro di qualità; la creazione di un hub per l’educazione all’imprenditorialità; la valorizzazione dell’apprendistato e della formazione professionale.

Dal 2016 fino ad oggi i risultati raggiunti contano quasi 4mila partnership attivate con 5mila manager, 4.700 docenti e oltre 125mila studenti coinvolti, ma soprattutto 15.773 nuove opportunità generate per i giovani: 10.760 tirocini, 3.556 apprendistati di qualità e 1.457 posti di lavoro.

L’impegno per i giovani e il futuro del lavoro è una priorità per la nostra Fondazione – ha dichiarato la Presidente Adriana Spazzoli – e un importante tassello di questo impegno è quello dell’attuazione in Italia dell’European Pact for Youth, con cui la Commissione Europea conferma nella partnership impresa-scuola la strategia di riferimento per l’inclusione e l’occupabilità dei giovani. Fondazione Sodalitas e Impronta Etica hanno coordinato e messo a punto il Piano di azione italiano che ha raggiunto fino ad oggi risultati confortanti, offrendo nuove e significative opportunità ai giovani. Il nostro impegno non si esaurisce certo qui. Sta a noi sviluppare progetti per favorire l’occupazione giovanile, perché possiamo crescere solo puntando sui giovani. Ora, però, serve uno sforzo ulteriore. Occorre una strategia comune tra scuole e imprese e Istituzioni per formare le competenze. E’ necessario – ha aggiunto Adriana Spazzoli - realizzare partnership che vadano oltre la collaborazione e puntino ad una vera e propria integrazione di intenti, criteri e valori di riferimento. Servono partnership di qualità, per potenziare le competenze e l’occupabilità e l’impegno, direi anzi la passione, per favorire il successo dei giovani”.

THE EUROPEAN PACT FOR YOUTH è sviluppato in Italia da

con il contributo di 40 imprese leader

 

Condividi:

multimedia