IMPRESE E NONPROFIT: INSIEME PER AGIRE IL CAMBIAMENTO

Secondo l’ultimo Rapporto della Social Impact Investment Task Force, nel 2020 mancheranno 150 miliardi di risorse pubbliche per far fronte ai bisogni sociali: il gap tra bisogni sociali e spesa pubblica cresce in modo preoccupante.

Dalla ricerca realizzata nel 2016 da Fondazione Sodalitas su un campione di 200 organizzazioni nonprofit italiane, emerge un Terzo settore sempre più consapevole delle scelte strategiche su cui investire per giocare un ruolo centrale nel Paese, contribuendo a un Welfare sostenibile nel tempo, e capace di migliorare la qualità di vita delle persone.

Fondazione Sodalitas rivolge a tutte le organizzazioni nonprofit motivate a intraprendere questo percorso la nuova offerta di consulenza manageriale on proposal per lo sviluppo del Terzo settore.          
L’impegno ad accompagnare lo sviluppo del Terzo settore è legato alla stessa ragion d’essere di Fondazione Sodalitas – ha dichiarato Alessandro Guido, Consigliere di Gestione di Fondazione Sodalitas. "La nuova offerta di consulenza manageriale che presentiamo oggi rinnova questo impegno: abbiamo voluto coinvolgere un gruppo di imprese come protagoniste, per contribuire concretamente al processo già in atto di contaminazione tra Profit e Nonprofit”.   

La nuova offerta di consulenza manageriale al Terzo settore si sviluppa attraverso due percorsi:
- 7 Workshop dedicati ad altrettanti temi-chiave per lo sviluppo del Terzo settore, indicati dalle stesse 200 organizzazioni nonprofit intervistate da Fondazione Sodalitas
- Interventi mirati di consulenza e formazione, offerti alle organizzazioni nonprofit partecipanti ai 7 Workshop.

Stimolare la consapevolezza del cambiamento, l’orientamento al risultato, la capacità di agire sulla leva finanziaria.
La nuova offerta di consulenza manageriale al Terzo settore è una risorsa per agire le leve necessarie a cogliere le opportunità offerte da un contesto in profonda evoluzione.    
La finanza sociale italiana, secondo il già citato Rapporto della Social Impact Investment Task Force, è accreditata di un valore complessivo di 250 miliardi di euro. Un movimento fatto di banche, fondazioni bancarie, intermediari assicurativi, fondi pensione e cooperative sociali che elaborano nuove tecnologie, nuovi modelli e nuovi strumenti finanziari.
L’ultima edizione dell’“Osservatorio UBI BANCA sulla Finanza ed il Terzo Settore”, diffusa nei giorni scorsi e realizzata con il supporto scientifico di AICCON, rileva che il 45.5% degli ibridi organizzativi (imprese sociali che fanno dell’innovazione un elemento strategico all’interno del proprio modello di business) puntano su un’innovazione basata sulla capacità di sviluppare un sistema di offerta di beni e servizi all’interno di nuovi mercati. Quasi 9 ibridi organizzativi su 10 hanno inoltre in previsione investimenti per il 2016 superiori di oltre il 40% il dato relativo alle cooperative sociali.

La nuova offerta di consulenza manageriale on proposal di Fondazione Sodalitas: i 7 Workshop in calendario
Le organizzazioni nonprofit interessate possono iscriversi gratuitamente ai 7 Workshop in programma:

- 4 maggio, ore 14,00-17,30 (con la partecipazione di KPMG): “La valutazione dell’impatto sociale
- 12 maggio, ore 14,00-17,30 (con la partecipazione dello Studio Sciumé, la testimonianza di due Organizzazioni Nonprofit e il contributo di Hogan Lovells): “Le aggregazioni
- 25 maggio, ore 14,00-17,30 (con la partecipazione di Banca Prossima, Hogan Lovells, Rete del Dono e TIM): “Introduzione al Crowdfunding
- 9 giugno, ore 14,00-17,30 (con la partecipazione di Holcim e Terna): “L’innovazione
- 23 giugno, ore 14,00-17,30 (con la partecipazione di UBI Banca e CDIE): “Il check up e la pianificazione finanziaria
- 6 luglio, ore 14,00-17,30 (con la partecipazione di Snam e STMicroelectronics): “La Road Map
- 14 settembre 2016, ore 14-17,30 (con la partecipazione di Hogan Lovells): “Il Minibond”.

Condividi: